Blog

Il ghepardo è un gatto enorme e non credo che un piattino di latte basti a soddisfarne l’appetito. Sherlock Holmes
mindset

Mindset: costruire la mentalità di gestione del blog

09/01/2017 - SCRIVERE - , , , ,

Mindset è il termine inglese che descrive la mentalità. Visto che ci piace scomodare spesso e volentieri il dizionario della lingua italiana, scopriamo cos’è la mentalità:

Modo particolare di concepire, intendere, sentire, giudicare le cose, ritenuto proprio di un individuo, di un gruppo sociale, o addirittura di un popolo.

Cosa può mai c’entrare la mentalità o o mindset con la gestione di un blog? Si tratta della base, perché senza mentalità non può essere costruito un serio ed efficace percorso manageriale.

Mindset come base del blog

Il blog può avere degli scopi diversi, può rivelare una natura informativa o commerciale, può essere inteso come un contenitore dal quale far partire mille e più progetti di web marketing o può essere progettato come un puro strumento di costruzione dell’immagine.

Qualsiasi sia lo scopo del blog è importante che alla sua base vi sia il corretto percorso di costruzione della mentalità. In altri termini, un blog non può essere realizzato ‘tanto per fare’ altrimenti si rivelerebbe un contenitore confuso e caotico, una base parca di contenuti, dove le parole galleggiano e non si fissano sulla mente del lettore.

La mindset deve essere ben chiara e l’approccio può essere diversificato in base allo scopo che chi lo gestisce si prefissa di ottenere. Ecco nascere la necessità di generare una mentalità imprenditoriale, che può essere applicata anche al blog di natura informativa. La mentalità imprenditoriale aiuta chi gestisce il blog a comprendere quali sono gli obiettivi, quindi a raggiungerli mediante la scrittura di post adeguati. Vediamo tre esempi di costruzione della mindset applicata alla gestione del blog:

  1. #caso 1 Blog contenitore di progetti di marketing: in questo caso la mentalità deve poggiare su una base lungimirante, che ascolta le indicazioni degli esperti di marketing e che si impegna a generare contenuti di valore, tutti da veicolare con strumenti appositi. Si tratta di una mentalità commerciale, ma che non disdegna di suscitare interesse nel lettore, nonché di partecipare attivamente alla costruzione dell’immagine aziendale;
  2. #caso2 Blog puramente informativo: ecco nascere articoli che non hanno fini commerciali, ma dove la mentalità chiede di essere rivolta alla generazione di contenuti di elevata qualità, utili e fruibili, interessanti per chi legge e pratici da attuare nel caso di guide o tutorial;
  3. #caso 3 Blog commerciale: il blog commerciale è legato a una certa attività e ne è portavoce. La mentalità deve orientarsi alla vendita senza dimenticare la qualità dei contenuti, quindi dimostrare che si sta offrendo un servizio per ricevere in cambio fiducia e fedeltà da parte dei lettori, che un giorno potranno mutare la loro natura in potenziali clienti.

La mentalità merita di essere strutturata in base allo scopo che il blog si prefigge di raggiungere, ma è importante che alla sua base vi sia:

  • chiarezza di intenti;
  • ottima divisione in categorie;
  • continuità nella scrittura;
  • qualità nella stesura dei contenuti;
  • freschezza nelle notizie che vengono pubblicate;
  • approfondimento e citazione di fonti o link di elevato prestigio per migliorare l’esperienza di navigazione;

Quante nozioni! Niente paura, le approfondiremo passo dopo passo, in un percorso di conoscenza di quel meraviglioso strumento di comunicazione e di costruzione dell’immagine aziendale che è il blog. Oggi abbiamo sottolineato che è importante costruire una mindset per comprendere quali sono gli obiettivi del blog e questo punto di partenza si rivela indispensabile nella buona riuscita di ogni progetto editoriale attivo in rete.

La canzone ideale per costruire la mindset è: Think- Aretha Franklin

0 Comments

Leave a Reply